Home-TEATRO VIAGGIO

Home-TEATRO VIAGGIO

TEATRO VIAGGIO

   

  
 

TEATRO SOSTENIBILE

Nascita e rinascite della Commedia dell’Arte

Convegno/Video  Agritravel & Slow Travel Expo fiera virtuale

Venerdì 25 Settembre 2020 ore 19.00

Ideatore e promotore del Convegno
Marco Rota/Teatro Viaggio

La sostenibilità è, forse suo malgrado, una parola altamente di moda. Tutti ne parlano e la auspicano. Il vocabolo sostenibile rimbalza in ogni discorso della nostra vita quotidiana e ci ispira qualcosa di vagamente gratificante e confortevole; insomma ci coccola e si fa amare.

E nel Teatro?

Un modello di riferimento esiste ed è quel tipo di spettacolo conosciuto con il nome di Commedia dell’Arte.La sostenibilità è insita nella pratica stessa della Commedia dell’Arte. Se mai esistesse un tipo di teatro che ha tutte le caratteristiche della sostenibilità, quello sarebbe la Commedia dell’Arte.

Questo Convegno ne esplora gli aspetti ed i valori. Sarà interessante scoprire come i momenti teatrali di Commedia dell’Arte si potranno intrecciare ai percorsi di turismo culturale. Il Convegno può fornire anche una modalità per scoprire le ricchezze del territorio di Bergamo in quanto viene evidenziata la relazione stretta con le modalità di produzione dei prodotti “materiali” enogastronomici affiancata a quelli “immateriali” legati alla antica cultura teatrale bergamasca, fornendo spunti creativi agli organizzatori di futuri eventi.

Le caratteristiche di sostenibilità nella Commedia dell’ Arte

Provate a pensarci! Per quello che riguarda lo spazio, se la sostenibilità è quella di non consumare territorio la Commedia dell’Arte proprio non ne consuma: basta una palchetto quattro metri per quattro – volendo, neanche il palco è indispensabile: basta un rialzo per farsi vedere da tutto il pubblico –; lo spazio scenico si può piazzare ovunque e può essere ovunque, davanti al pubblico, tra il pubblico, con il pubblico; se la sostenibilità vuol dire materia prima a Km zero chi più della Commedia dell’Arte è a Km zero? La materia prima sono gli attori stessi.

Più sono di qualità e meno altro occorre per fare spettacolo.

Il copione è un canovaccio, cioè una traccia per l’azione dei personaggi: addirittura talvolta questo “sapere” è trasmesso oralmente e di conseguenza la quantità di alberi da abbattere è minima, in quanto il testo, più che le pagine scritte, è la presenza scenica degli stessi attori.

 Da un punto di vista dei consumi energetici non vi è spreco di energia: le luci sono fisse, la rappresentazione non ha bisogno di effetti speciali tipici dei grossi parchi luce e potrebbe funzionare anche con le sole candele, volendo addirittura en plein air. Per quello che riguarda la sostenibilità quantitativa dei materiali nessuno spreco: la scenografia è un pezzo di tela appeso, la cui funzione è quella di permettere agli attori di fare il cambio abito dei personaggi dietro le tende.

 Anche lo spreco per le tournée è minimo: spesso i materiali viaggiano negli stessi mezzi di trasporto degli attori. Niente TIR al seguito. Non di rado capita che la Compagnia viaggi in treno, con costumi e attrezzature nelle valigie.

Più sono di qualità e meno altro occorre per fare spettacolo.

Il copione è un canovaccio, cioè una traccia per l’azione dei personaggi: addirittura talvolta questo “sapere” è trasmesso oralmente e di conseguenza la quantità di alberi da abbattere è minima, in quanto il testo, più che le pagine scritte, è la presenza scenica degli stessi attori.

 Da un punto di vista dei consumi energetici non vi è spreco di energia: CONTINUA A LEGGERE

L’INTERVISTA
TEATRO SOSTENIBILE
IL «VIAGGIO NELLA COMMEDIA
DELL’ARTE» DI MARCO ROTA
Una conversazione con Marco Rota, autore teatrale e regista partendo dal suo libro «Viaggio nella Commedia dell’Arte: nascita e rinascite»
dalla tradizione del territorio bergamasco alle suggestioni di una forma d’arte
in linea con lo sviluppo sostenibile del nostro pianeta
A CURA DI STEFANIA ZUCCARI per la rivista SCENA
Spettacolo Cultura Informazione dell’Unione Italiana Libero Teatro97

Contattaci
Clicca per visualizzare la mappa

Indirizzo

Via A. Maj 24

Bergamo
Italia

Telefono

+39-338 185 9096

Email

teatroviaggio@gmail.com